L’attività di copista parte dallo studio di uno spartito cartaceo, per ottenerne una copia digitale, senza che vengano apportate modifiche all’originale.

La trascrizione, invece, prende avvio dall’ascolto di un brano per ricavarne uno spartito o una partitura. Il lavoro finale può riguardare uno o più strumenti, sezioni di strumenti (archi, legni, ottoni, etc…), oppure l’intera orchestra.

Alla trascrizione e alla copia si affianca anche il lavoro di adattamento musicale che consiste nel rielaborare un determinato brano per un organico diverso da quello originale.

Il lavoro inizia dopo aver compreso la richiesta, che può essere la trasposizione di un brano in un’altra tonalità, la stesura della partitura originariamente in parti staccate o, viceversa, la realizzazione di parti staccate da una partitura iniziale. Lo spartito può anche essere un manoscritto antico o vecchio da rendere leggibile, eventualmente fornito in formato digitale, mancante di piccole sezioni o di difficile lettura e richiedere per questo una copia o ridigitalizzazione.

Una volta a disposizione l’originale è necessario uno studio che consenta di stimare il lavoro da svolgere e i tempi di consegna.

 

cheap nolvadex buy cheap estrace Online order cheap estrace Online pharmacy